Avventurati in Sardegna con l'appSCARICA
Sardegna
Sardegna
Tutto
Attrazioni
Guide
Pianifica la tua avventura in modo semplice e veloce

Scegli cibo, attrazioni e attività
Tutto sincronizzato con l'App
Pianifica con l'App

Provincia di Oristano

Sardegna, Italia

Collection of 11 places
La spiaggia più attrezzata del litorale oristanese Spiaggia di Torre Grande
Spiaggia Attrezzata
1

Tre chilometri di sabbia dorata che vanno dal porto turistico alla foce del Tirso, bordati da alte palme e da un bellissimo lungomare, un tratto di litorale ideale per una vacanza all’insegna di nuotate e immersioni, footing e sport, passeggiate a cavallo, in bici o coi pattini, serate di musica e allegria. Torregrande è la spiaggia di Oristano, da cui dista dieci chilometri, e deve il nome alla piazza principale del piccolo centro turistico, fondato da agricoltori e pescatori.

Per chi ama la natura Cascata di Sos Molinos
Cascata
2

Sono piccole cascate formate dal Rio Molinos in una profonda e suggestiva forra. La località prende il nome dai numerosi mulini che tempo addietro venivano alimentati dalle acque del torrente. La cascata ha un'altezza a monte di 443 m sul livello del mare e a valle di 413. Si tratta di trenta metri effettivi di cascata distribuiti in cinque salti differenti.

Immergiti nella natura di Spiaggia Compoltitu
Spiaggia
3

La spiaggia è una splendida caletta molto frequentata col fondo di sabbia assai fine e qualche ciottolo e scoglio isolato, circondata da rocce piatte sulle quali è possibile stendersi. Davvero fantastica la sua acqua trasparente e cristallina, si può fare snorkeling spostandosi lungo costa nelle vicine calette rocciose o restare coricati a prendere il sole sulla spiaggia con sguardo rivolto al cielo, magari nella speranza di avvistare uno dei rari grifoni che proprio tra Alghero e Bosa riescono ancora a nidificare e a lottare strenuamente contro l’estinzione.

In una scenografia naturale di straordinaria bellezza Area archeologica di Tahrros
Sito Archeologico
4

L’antico insediamento di Tharros sorge all’estremità della penisola del Sinis. Si dispiega nel golfo di Oristano su una sorta di anfiteatro naturale delimitato a Nord dalla collina di Su Murru Mannu, a Ovest da quella della torre di San Giovanni e a Sud dall’istmo che collega quest’ultima al promontorio di Capo San Marco. Tharros fu fondata verso la fine dell’VIII secolo a.C. e venne abbandonata attorno all’anno 1050 d.C. per dare origine ad Aristiane, l’attuale Oristano.

Alla scoperta di un luogo speciale, capace di farvi emozionare e ubriacarvi di energia e forza Capo Mannu
Spiaggia
5

È Capo Mannu, piccola perla posta nella costa ovest della Sardegna, in provincia di Oristano, perfetta per gli amanti degli sport acquatici grazie alla sua posizione che la espone a tutti i venti dei quadranti occidentali e soprattutto al maestrale, per chi pratica surf, windsurf e kite. A tutto ciò aggiungete le spiagge circostanti Capu Mannu, da S’Anea Scoada a Pitzu Idu, da Mandriola a Sa Mesa Longa passando per Su Pallosu e Sa Rocca Tunda. Ogni cala è diversa dall’altra con una peculiarità che la caratterizza e la rende unica.

La perla della penisola del Sinis Is Arutas
Spiaggia
6

Varie centinaia di metri di mare turchese e granelli tondeggianti di quarzo finissimo, simile a chicchi di riso, declinato in una suggestiva escalation di colori, dal verde al bianco, passando per il delicatissimo rosa. Is Arutas è uno dei gioielli dell’area marina della penisola del Sinis, nel territorio di Cabras, a poco più di dieci chilometri a nord dal centro abitato.

Il parco urbano più grande della Sardegna Parco Aymerich
Parco
7

C’è un luogo nel territorio storico del Sarcidano, dove potrai immergerti in suggestivi sentieri naturalistici tra innumerevoli specie vegetali e rovine medievali. È il parco Aymerich, un’oasi di 22 ettari appartenuta sino al 1990 a una famiglia di marchesi, feudatari di questo lembo di terra. L’autore dell’autentica riserva naturale fu don Ignazio Aymerich Ripoll, appassionato di botanica, che importò piante rare a partire da metà XIX secolo, in ogni suo viaggio fuori dall’Isola.

Una delle più affascinanti e conosciute fortificazioni medievali della provincia di Oristano Castello Malaspina
Castello
8

Il castello è situato sul colle di Serravalle, e dalla sua posizione panoramica difendeva le coste dalle incursioni arabe. Negli anni ha subito numerose modifiche e ampliamenti fino ad arrivare alla costruzione odierna. Già ai primi del XIII secolo furono realizzate le torri di forma quadrangolare in trachite nel quale furono apposti, sulla parete rivolta a nord, gli stemmi araldici.

Nel periodo medievale era una delle porte di ingresso alla città Torre di Mariano II
Torre
9

Era nota in origine come de Port’e Ponti, perché conduceva al ponte sul Tirso, poi i documenti la definiscono ‘di san Cristoforo’, perché custodiva un retablo del santo. La torre di Mariano, originariamente saldata alla cinta muraria cittadina, si erge oggi isolata al centro di piazza Roma a Oristano, traccia evidente delle fortificazioni andate perdute.

Un angolo di paradiso S'Archittu
Località
10

S'Archittu è una frazione marina facente parte del comune di Cuglieri, in provincia di Oristano, confinante con la frazione di Torre del pozzo, con il quale chiude a Nord la baia di Is Arenas.

Scopri il Civico Museo Archeologico "Giovanni Marongiu"
Museo
11

Custodisce i Giganti di Mont’e Prama, la maggiore scoperta archeologica di fine XX secolo nel Mediterraneo. Il Civico museo archeologico di Cabras, inaugurato nel 1997 e intitolato a Giovanni Marongiu, personalità cabrarese, è un viaggio dalla preistoria al Medioevo attraverso testimonianze rinvenute nella penisola del Sinis.

Save to My trip
Saved
30